venerdì 2 gennaio 2009

Grande Cenone di Capodanno

Qual' è il momento di convivialità più atteso dell'anno dopo il Natale? Tutti risponderebbero il cenone di capodanno, infatti non poteva mancare nel blog questo atteso momento.

Ho sempre odiato il cenone e il pranzo di Natale al ristorante, sono un amante delle tradizioni, dello stare in compagnia dei parenti e degli amici più stretti, in un ambiente caldo e accogliente ma soprattutto intimo, e secondo me non c'è niente di più intimo di una casa.




In questi ultimi anni trascorriamo l'ultimo giorno dell'anno a casa e a rotazione mettiamo a disposizione le nostre abitazioni per festeggiare questo momento. Quest'anno devo fare i complimenti per l'ottima riuscita della cena, in cui ho notato una crescita espressiva di tutte le famiglie, che si sono cimentate nella realizzazione di succulenti piatti che hanno aumentato quella convivialità che di solito si crea in un momento come questo. Bisogna dar merito anche a chi ha pensato alle bevande e ai vini, dal cocktail di benvenuto allo spumante.




La cena è stata movimentata anche dalla gioia dei piccini che hanno animato in più modi la serata.
I complimenti vanno anche alle neo mamme per la gioia nel vedere la vita crescere nei loro occhi e soprattutto in quelli dei loro bambini/e nei padri affettuosi e premurosi e allo stesso tempo bambini a loro volta.


In tutto questo non potevano non unirsi i ricordi e le memorie dei tempi che hanno trasformato la serata come la vecchia storia del Natale passato, presente e futuro.
Grazie amici, grazie mille e Buon 2009.

2 commenti:

Alessandro ha detto...

Confermo l'incremento progressivo di qualità che sta allietando sempre più i nostri palati.
Proprio ieri, caro joe, ho cucinato per la mia muliera uno stinco che era le sette meraviglie.
Buono da morire. Le patate che lo accompagnavano invece erano così così (ho dato la colpa alla pessima qualità della materia prima, ma devo averci messo anche il mio zampino).
Tornando al capodanno la mia classifica personale delle pietanza di quella sera vede al primo posto il tuo brasato al vino rosso e al secondo le mie melanzanine alla parmigiana monoporzione in versione antipasto e al terzo posto il polpettone della francy. Encomio anche al buon Petro e alle sue lasagne.
STREPITOSO!!!!!!!!

Joe Black ha detto...

Concordo, e non vedo l'ora di bissare.
Mi stupisci sempre di più, caro Ale, le tue doti sono l'espressione di una grande passione.